Robert Fripp in causa contro gli eredi di David Bowie

Rock News

Robert Fripp in causa contro gli eredi di David Bowie

La ragione del diverbio riguarda il mancato riconoscimento del contributo del chitarrista agli album Heroes e Scary Monsters (and Super Creeps)

Il chitarrista dei King Crimson, Robert Fripp, ha parlato della disputa in corso contro gli eredi di David Bowie e con la PPL (Phonographic Performance Limited, l’equivalente inglese della SIAE) riguardo il suo contributo come feature performer a due album cult del cantautore britannico: Heroes e Scary Monsters (And Super Creeps).

Il musicista ha parlato, tramite i suoi canali social, di un’ingiustizia storica, che starebbe bloccando, tra le altre cose, la corretta spartizione delle royalties. La controversia è incentrata sul rifiuto della PPL e degli eredi di Bowie di riconoscere lo status di featured player di Fripp e non quello di mero esecutore.

“La mia richiesta è supportata da Brian Eno e Tony Visconti oltre che da decenni di documenti”, ha scritto il leader dei King Crimson su Facebook. “Dopo cinquantadue anni di esperienza diretta, posso affermare che chi lavora nel settore difende solo i suoi interessi e pochissimi dimostrano di avere un’etica professionale”, ha aggiunto.

Fripp ideò effettivamente un riff di chitarra inusuale per la title track di Heroes, dodicesimo album del Duca Bianco, pubblicato nel 1977 e considerato il secondo della trilogia berlinese; e fu richiamato a collaborare a Scary Monsters (And Super Creeps), quattordicesimo disco di Bowie del 1980, acclamato dalla critica e che raggiunse la vetta delle classifiche britanniche.

Foto

Video

Concorsi

Virgin Radio Life

WEBRADIO tutte

Virgin Radio On-Air
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
Virgin Rock Hits
 
Virgin Radio Classic Rock
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
Virgin Radio Rock '90
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Radio Rock 2K
 
Webradio Virgin Radio Rock '80
 
Virgin Radio Rock Party
 
Virgin Radio Hard Rock
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD