Pink Floyd: quella volta in cui non passarono più a prendere Syd Barrett

Pink Floyd: quella volta in cui non passarono più a prendere Syd Barrett

La storia del giorno in cui Roger Waters, David Gilmour, Richard Wright e Nick Mason smisero di andare a prendere Syd prima dei concerti

Nel 1967 i Pink Floyd erano in costante ascesa. La band aveva pubblicato singoli che in pochi mesi scalarono le classifiche come “Arnold Lane” e “See Emily Play”. Nonostante questo successo, e la grande acclamazione ricevuta per il disco di debutto “The Piper at the Gates of Dawn”, le cose all’interno della band non andavano per niente bene. Syd Barrett, genio lucente e ispirazione infinita nelle prime produzioni della band, era diventata una persona incontrollabile e le sue esibizioni dal vivo erano costantemente un’incognita. Chitarre scordate, canzoni suonate in scala diversa rispetto al resto della band e improvvisi “blackout” dell’artista rendevano il tutto instabile e nervoso.

Per aiutare la band a proseguire sulla giusta strada venne chiamato alla chitarra un amico di Barrett, un certo David Gilmour, dando vita ad una formazione a cinque elementi: Barrett, Waters, Wright, Mason e Gilmour. Un vero sogno, visto dal nostro punto di vista, ma che ad un certo punto portò ad un’inevitabile rottura.
Gilmour era bravissimo, la band si amalgamò istantaneamente con il suo stile dolce, preciso e profondo.

Nel1968 nacquero i Pink Floyd per come li conosciamo oggi (o almeno fino al 1983): durante il solito passaggio in macchina per recuperare tutti i membri della band in occasione del concerto all'Università di Southampton, un membro dei Floyd fece una telefonata all’autista comunicando semplicemente di non passare a prendere Syd. Gilmour in un'intervista rilasciata nel 1995 a Guitar World dichiarò: "Una persona in macchina ha detto: 'Andiamo a prendere Syd?' e un'altra persona ha detto: "Non disturbiamoci". Tuttavia, hanno omesso di dire a Syd che i suoi servizi non erano più necessari all’interno della band da lui creata. Richard Wright, che con Barrett condivideva l’appartamento, quel giorno del gennaio 1968 dovette mentire a Syd come dichiarato nel documentario “A Very Irregular Head”: “Ho dovuto dire cose come "Syd, vado a prendere un pacchetto di sigarette e poi esco". Ma alla fine ha capito perfettamente cosa stava succedendo.

Inizialmente venne proposto a Barrett di rimanere a casa e assumere il ruolo che Brian Wilson aveva fatto con i Beach Boys, concentrandosi sulla scrittura di canzoni e sulle registrazioni. Ma questa idea non venne neanche lontanamente presa in considerazione e non è ancora chiaro quanto lunga, e quanto imbarazzante, sia stata la rottura definitiva dei legami.

I Pink Floyd annunciarono ufficialmente che Barrett aveva lasciato la band solo il 6 aprile 1968.

Foto

Video

Concorsi

Virgin Radio Life

WEBRADIO tutte

Virgin Radio Hard Rock
 
Virgin Radio Classic Rock
 
Virgin Radio Firenze Rocks
 
Virgin Rock Hits
 
Virgin Radio Rock Party
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
webradio Music Star Ligabue
 
Virgin Radio On-Air
 
Roger Waters - Pink Floyd Music Star
 
Webradio Virgin Radio Rock '80
 
webradio Music Star Vasco
 
Virgin Radio 10 Years Style Rock
 
webradio Radio Bau
 
Virgin Radio IDays
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Webradio Music Star Coldplay