Nick Mason: "Ecco come la mia Ferrari del 1962 salvò la storia e la carriera dei Pink Floyd". Il racconto da Brian Johnson

Rock News

Nick Mason: "Ecco come la mia Ferrari del 1962 salvò la storia e la carriera dei Pink Floyd". Il racconto da Brian Johnson

Il batterista dei Pink Floyd ha raccontato l'incredibile storia di come la sua Ferrari GTO 250 servì come garanzia per il tour del 1987

La passione per i motori e le automobili di Nick Mason, batterista dei Pink Floyd, è leggendaria. In uno degli episodi più belli della serie televisiva di Brian Johnson, A Life on the Road, Mason porta il cantante degli AC/DC alla scoperta del garage della sua scuderia Ten Tenths in mezzo alle campagne inglesi (dove arriva in elicottero) in cui custodisce la sua collezione di oltre 60 auto da corsa d’epoca raccolte nei più importanti raduni e gare del mondo, tra cui una antichissima Panhard del 1901, una Bugatti degli anni ’20, e diverse Aston Martin, McLaren, Ferrari e Maserati da corsa e lo porta a fare un giro sul pezzo più pregiato, una Ferrari 250 GTO che oggi ha un valore di 52 milioni di dollari, il modello d’auto più costoso al mondo.

Nick Mason ha raccontato a Brian Johnson che è stato proprio grazie a quell’automobileIl cucciolo di casa» come la definisce lui stesso) che i Pink Floyd hanno potuto fare il tour più importante degli anni ’80, il Momentary Laps of Reason Tour del 1987.

È un momento fondamentale nella storia dei Pink Floyd: Roger Waters non fa più parte della band, il destino del gruppo che ha incantato il mondo con The Dark Side of the Moon e The Wall è nelle mani di David Gilmour, che a distanza di quattro anni dall’ultimo album si è riunito con Richard Wright e Nick Mason per registrare l’album A Momentary Lapse of Reason nell'Astoria Studio, la casa galleggiante sul Tamigi che ha appena comprato e in cui ha creato uno studio. A Momentary Lapse of Reason arriva al n.3 in classifica sia in Inghilterra che in America, vende quattro milioni di copie, ma in molti si chiedono se anche dal vivo la magia dei Pink Floyd sia rimasta intatta.

La band vuole suonare, ma far partire la complessa macchina finanziaria di un tour è un rischio. David Gilmour e Richard Wright finanziano di tasca propria i preparativi per il tour, la svolta è quando Nick Mason decide di dare in garanzia la sua Ferrari GTO 250 del 1962, che ha comprato ad un’asta nel 1977. L’investimento viene ripagato: il tour di Momentary Lapse of Reason parte dal Canada il 9 settembre del 1987 gira America, Europa, Giappone, Australia e Nuova Zelanda e finisce due anni dopo al Velodrome di Marsiglia il 18 luglio 1989. Un tour di 197 date tra cui quelle storiche all’Autodromo di Monza, all’Arena di Verona e sull’incredibile palco galleggiante di Piazza San Marco a Venezia del 15 luglio 1989, che raduna oltre 5 milioni di spettatori e genera ricavi per 135 milioni di dollari, diventando la tournèè di maggior successo degli anni ’80.

Dopo anni di silenzio, i Pink Floyd entrano nella scena musicale del decennio con il loro universo di suoni, immagini e atmosfere e una nuova generazione si immerge nella loro musica grazie ad un suono grandioso, ad una scenografia spettacolare e alle canzoni eseguite alla perfezione da David Gilmour, Richard Wright e Nick Mason accompagnati da una band di musicisti straordinari tra cui Guy Pratt al basso al posto di Roger Waters, il tastierista Jon Carin e poi fiati, effetti sonori e tre voci femminili, Rachel Fury, Durga McBroom e Margaret Taylor. Per quanto riguarda il suo amore per i motori, Nick Mason ha detto: «Io non lego le auto alla musica, è troppo difficile. Sono partner, sono collegate ma sono differenti. E se mi chiedi qual è la più divertente ti dico che sono entrambe fantastiche».

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

Virgin Radio On-Air
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
ROCKSTAR: GUNS N' ROSES
 
ROCKSTAR: AC/DC
 
Virgin Radio Rock '80
 
Virgin Radio Rock '90
 
ROCKSTAR: BON JOVI
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
Virgin Radio Hard Rock
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
Virgin Radio Rock 2K
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Rock Hits
 
ROCKSTAR: OASIS
 
Virgin Radio Rock Party
 
Virgin Radio Classic Rock
 
ROCKSTAR: AEROSMITH
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD