Virgin Radio Italy

WEBRADIO

Webradio Virgin Radio Rock '80
 
Virgin Radio On-Air
 
Virgin Radio Rock Party
 
Virgin Rock Hits
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
webradio Music Star Ligabue
 
webradio Music Star Vasco
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Webradio Music Star Coldplay
 
webradio Radio Bau
 
Virgin Radio Xmas
 
Webradio Virgin Radio Classic Rock
 
Virgin Radio Hard Rock
 

Janis Joplin: da una lettera alla madre. GUARDA IL VIDEO

Le immagini estratte dal fenomenale docufilm Janis


Janis Joplin è una delle più grandi icone rock si sempre. Una dea capace di incantare il pubblico e cambiare la storia della musica, una forza della natura che ipnotizzò il mondo con la sua voce blues. Ma non solo. Era anche una ragazza introversa. Partendo da queste considerazioni la regista Amy Berg ha spogliato Janis Joplin dalla sua immagine pubblica e rivelato la donna dolce, fiduciosa, sensibile ma forte che si celava dietro la leggenda. Il docufilm Janis, presentato in anteprima durante l’ultimo Fesival del cinema di Venezia e accolto in modo trionfale, racconta la vita dell’artista dall’infanzia ai primi passi nel mondo della musica, fino ad arrivare a calcare le scene del Monterey Pop Festival, Woodstock e dei più grandi palcoscenici del mondo, in un turbinio di relazioni sentimentali tormentate e di dipendenze, la vita di Janis Joplin arriva per la prima volta sul grande schermo per I Wonder Pictures e Unipol Biografilm Collection, con la partnership di Virgin Radio

Conoscere la vita di Janis Joplin è importante non solo perché è una delle cantanti rock più venerate di tutti i tempi, una figura tragica e incompresa che ha emozionato milioni di ascoltatori e ha tracciato nuovi percorsi creativi prima della sua morte nel 1971 all’età di 27 anni, ma perché con Janis, la regista Amy Berg, esamina per la prima volta in un film la storia della cantante mostrando un ritratto intimo e profondo di un’artista complessa, impulsiva e spesso assillata. Con canzoni intense, come “Me and Bobby McGee” e “Piece of My Heart,” e album classici come “Cheap Thrills” e “Pearl”, Joplin era certamente una delle star emergenti durante la rivoluzione musicale e culturale degli anni 60.

Tuttavia, come viene rivelato in Janis, la cantante texana non si riprese mai del tutto dalla persecuzione che subì durante il periodo dell’adolescenza trascorso a Port Arthur in Texas, durante il quale venne considerata come un’emarginata sociale — e che proseguì a causa della sua spavalderia sul palco e del suo essere una persona sessualmente disinibita: a causa di questo, durante la sua vita fu continuamente tormentata dalle insicurezze e dal bisogno di sentirsi accettata. Quando scoprì la musica blues, si rese conto che quest’ultima poteva essere una via d’uscita alla pena e alla solitudine che provava. Quando si trovò a San Francisco nei primi anni degli hippie sentì un forte senso di appartenenza. Janis Joplin fu la pioniera di un nuovo modo di essere donna, alla continua ricerca di amore e stabilità, ma sempre rispettando il suo modo di essere. È la stessa Janis Joplin, attraverso le sue parole, a raccontare gran parte della sua storia attraverso una serie di lettere che scrisse durante gli anni ai suoi genitori, molte delle quali rese pubbliche per la prima volta proprio nel film (nella versione italiana lette da Gianna Nannini).

Janis Joplin era una forza quando cantava e le sue registrazioni non hanno mai lasciato né le stazioni radio né il cuore di tutti i suoi fan sparsi per il mondo. Con Janis, Amy Berg mostra sotto nuovi aspetti una donna intensa e complessa, la cui inaspettata ascesa e improvvisa scomparsa ha cambiato la musica per sempre e come Janis una volta lontana dalle folle, si sentisse spesso totalmente sola e non amata

Virgin Radio Consiglia

Rolling stones
 
Placebo parte 1
 
Metallica Kirk Hammett
 

Seguici su Facebook