Virgin Radio Italy

WEBRADIO

Virgin Radio 10 Years Style Rock
 
Virgin Radio On-Air
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Virgin Radio Hard Rock
 
Virgin Rock Hits
 
webradio Music Star Ligabue
 
Virgin Radio Classic Rock
 
Webradio Music Star Coldplay
 
webradio Radio Bau
 
Webradio Virgin Radio Rock '80
 
webradio Music Star Vasco
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Radio Rock Party
 

Face4Job

Il duello tra lavoro e vita sentimentale

Più facile lavorare che avere una storia d'amore

Il duello tra lavoro e vita sentimentale

C'è chi sostiene che non solo si più lavorare senza amare ma, anzi, che il lavoro è molto più semplice e meno pericoloso dell’amore stesso. Vediamo perché.

1) L’AMORE CHIEDE SPONTANEITÀ, IL LAVORO PROFESSIONALITÀ
Il vostro partner vorrà da voi sincerità, lealtà, franchezza; sul lavoro invece vi sarà chiesto un atteggiamento professionale. Il che significa anche rientrare in una serie di norme e comportamenti codificati, formali, che in quanto tali vi richiederanno una “semplice” conformazione ad essi. La riservatezza, la discrezionalità del posto di lavoro possono essere un’ottima soluzione per mantenere un profilo “istituzionale” e non avvicinare troppo i rapporti con i rischi connessi.

2) IL LAVORO TOLLERA L’APPRENDIMENTO
Sul posto di lavoro è normale avere più pazienza con i nuovi arrivati, insegnare loro con calma tutte le procedure, i protocolli. In amore il fatto che l’altro non ci conosca bene è una delle lamentele più diffuse e l’accusa di “non capire” il partner diventa motivo di litigi e separazioni dolorose.

L’amare viene socialmente inteso come una capacità innata e non come una “competenza” da apprendere. Vederla nel secondo modo, alla maniera di un “mestiere”, porterebbe a spersonalizzare, a togliere sentimento e molti non l’accetterebbero (anche se magari farebbe durare maggiormente la relazione).

3) SI SOPRAVVIVE ALLA FINE DI UN LAVORO, MENO A QUELLA DELL’AMORE
Se un amore finisce, spesso comincia una tragedia personale: non solo se c’è stato un tradimento o una perdita vera e propria, con la scomparsa fisica del congiunto, ma anche se, “semplicemente”, il sentimento si è esaurito. L’elaborazione di questo lutto sentimentale dura tantissimo e corrisponde a un periodo in cui non si pensa ad altro nella vita se non alla relazione conclusa. Invece per quanto possa essere dura la fine di un lavoro è cosa diversa e si dipende in generale molto meno dal lavoro (anche se ci facciamo chiamare “dipendenti”) rispetto a quanto si dipenda dalla persona amata.

4) PIÙ FACILE FAR ATTERRARE UN JET
No, non è facile far atterrare un jet. Ma formazione, studio, pratica sul campo ci permettono dopo un po’ di tempo di essere in grado di farlo, tutto sommato, abbastanza automaticamente. Non è così in amore, dove le istruzioni non ci sono e il manuale d’amore non esiste, e, se qualcuno l’ha scritto, probabilmente non funziona o non funziona alla stessa maniera per tutti. Anche il lavoro più difficile si apprende e si può insegnare, l’amore è una scommessa complicata quotidiana.

5) UN FEEDBACK DIVENTA UNA CRITICA
Nel mondo del lavoro un feedback sul proprio operato è qualcosa di ordinario e normale, anche di utile per tarare al meglio quello che si sta facendo e migliorarlo. In amore qualcosa di simile può essere visto come una critica, essere presa male dall’altro e diventare fonte di lunghi litigi.

Fonte: http://www.donnesulweb.it/

Speciale CalJam 2017: il video con Giulia Salvi da Los Angeles il giorno prima del festival!
 
Paul Weller
 
VIRGIN DANKO JONES 07-09-2017
 

Seguici su Facebook