Virgin Radio Italy

WEBRADIO

Virgin Radio Rock Party
 
Virgin Radio Hard Rock
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
webradio Music Star Vasco
 
Webradio Virgin Radio Rock '80
 
webradio Music Star Ligabue
 
webradio Radio Bau
 
Virgin Rock Hits
 
Virgin Radio Classic Rock
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Virgin Radio 10 Years Style Rock
 
Virgin Radio On-Air
 
Webradio Music Star Coldplay
 

Face4Job

Basta un semplice "mi piace" su un social network per essere licenziato

Succede di nuovo e stavolta l'incredibile sventura è capitata a Troy Garrod, un ragazzo inglese di 27 anni, con una foto su facebook

Basta un semplice

L'incredibile vicenda è accaduta al 27enne Troy Garrod che, come riporta il Mirror (http://www.mirror.co.uk/news/uk-news/man-sacked-liking-facebook-picture-6761774), ha espresso il suo apprezzamento con altri 70 ad uno scatto di una maglietta con un lupo dipinto, appoggiata su una sedia: un gesto apparentemente senza nessun particolare significato ma che per un'azienda inglese invece rappresenta un affronta intollerabile. Il "mi piace", infatti, avrebbe avuto lo scopo di "schernire" un collega che presumibilmente si è, per qualche ragione, identificato con l'immagine di un lupo. Per questo l'azienda è accorsa in suo aiuto prendendo provvedimenti seri e licenziando il dipendente.

Troy Garrod, dal canto suo, ha provato a giustificarsi: "Non avevo alcuna idea del significato di quella foto ma quando ho visto che alcuni colleghi avevano cliccato sul ‘mi piace' l'ho fatto anche io. Essere licenziato in questo modo è profondamente ingiusto, soprattutto perché in quell'azienda ho messo anni di impegno e duro lavoro. Non credevo che un banale ‘like' potesse avere conseguenze di questo genere".

Anche in Italia, circa l'anno scorso, si sono presentati casi analoghi.

Il dipendente di un'azienda di Villacidro (Medio Campidano) è stato licenziato per aver messo un like su un post di Facebook che il datore di lavoro ha ritenuto «denigratorio e diffamatorio». La vicenda seguiva quella di un analogo fatto
avvenuto alla Nestlè (Perugia) che, dopo un confronto con i sindacati, aveva deciso di far rientrare il licenziamento di una dipendente, allontanata dal lavoro per un post su Facebook.

Infine, anche in Sardegna, c'era stato un caso analogo con effetto il licenziamento: il responsabile del reparto distribuzione ortofrutta della Cs&D aveva postato un «mi piace» ad un commento di un suo ex collega, pensionato, che poteva avere attinenze con l'azienda stessa.

Morale della favola: occhio a come si utilizzano i social network, sempre più oggetto di verifiche da parte delle aziende, sia per i lavoratori dipendenti che per coloro sottoposti a selezione per nuova assunzione.

A tal proposito vi richiamiamo proprio un ns articolo pubblicato lo scorso luglio al seguente link

http://www.virginradio.it/news/trova-lavoro-con-virgin-radio/183753/La-lettera-di-presentazione-e-scritta.html

Alice Cooper
 
Compleanno Virgin 1 blocco
 
VIRGIN RINGO LITTLE STEVEN 04-07-2017
 

Seguici su Facebook