Virgin Radio Italy

WEBRADIO

webradio Music Star Vasco
 
Webradio Music Star Coldplay
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Virgin Radio Rock Party
 
Virgin Radio Hard Rock
 
Webradio Virgin Radio Rock '80
 
webradio Radio Bau
 
Webradio Virgin Radio Classic Rock
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Radio On-Air
 
webradio Music Star Ligabue
 
Virgin Radio Xmas
 
Virgin Rock Hits
 

Aironi - Benetton: 27-13

I quindici rocker hanno sconfitto nel derby tutto italiano la Benetton Treviso. Guarda le immagini piu' belle della gara

Una grande difesa che fa la differenza nei punti d'incontro, un gioco ordinato e lineare e, soprattutto, il 9 su 9 dalla piazzola di Luciano Orquera danno la vittoria agli Aironi nel primo derby stagionale di RaboDirect PRO12. L'apertura azzurra è infallibile e concretizza nel migliore dei modi il lavoro dei compagni segnando tutti i 27 punti della franchigia, segnando un record per il campionato: né in Celtic né quest'anno in PRO12 nessuno aveva mai messo tra i pali 9 punizioni.

Pur giocando 20 minuti con un uomo in meno (giallo a Masi nel primo tempo e a Bortolami nella ripresa), gli Aironi sono riusciti a scavare il solco decisivo a cavallo delle due frazioni di gioco e poi a respingere il ritorno di Treviso, con la meta tecnica a 7 minuti dalla fine al termine di una lunga offensiva ospite. "Quello è stato comunque un momento importante - ha sottolineato a fine partita l'allenatore degli Aironi Rowland Phillips -, perché la squadra ha difeso la linea di meta per 6-7 minuti. Lì si è vista una squadra che non voleva cedere".

La differenza, come detto, l'ha fatta la difesa e la presenza dei punti d'incontro, con Simone Favaro sugli scudi con anche quattro punizioni conquistate: "Simone è un esempio per mentalità ed energia - ha continuato Phillips -. Sapevo anche prima le qualità che ha questa squadra ma ero frustrato perché c'era sempre qualcosa che non funzionava. Oggi tutto, touche, mischia, difesa, calci, attacco, ha funzionato bene insieme. Credo in questa squadra, so che possiamo giocare sempre così e quello di oggi è un momento importante per crescere”.

"Prima della partita c'era grande silenzio - racconta invece il capitano Marco Bortolami -. Ma si è dimostrato un silenzio di grande concentrazione. Anch'io non ho dovuto fare grossi discorsi. La squadra è scesa in campo con la convinzione e la determinazione giusta. Era già successo in altre partite, ma questa volta abbiamo saputo concretizzarla. Sono contento perché la squadra ha capito che per avere l'opportunità di vincere bisogna mettere pressione all'avversario. I 9 calci conquistati sono l'esempio in questo senso. In touche abbiamo sporcato un paio di palloni, abbiamo fatto tante piccole cose buone, la mediana non ha dovuto strafare, ognuno ha fatto il suo dovere. Il risultato non è un caso, ma è frutto del lavoro, anche se c'è voluto del tempo”.

GUARDA LE IMMAGINI PIU' BELLE DEL MATCH

Virgin Radio Consiglia

Rolling stones
 
Placebo parte 1
 
Metallica Kirk Hammett
 

Seguici su Facebook