Virgin Radio Italy

WEBRADIO

Virgin Radio Hard Rock
 
webradio Music Star Vasco
 
Webradio Music Star Coldplay
 
Webradio Virgin Radio Rock '80
 
Virgin Rock Hits
 
webradio Radio Bau
 
webradio Music Star Ligabue
 
Virgin Radio Xmas
 
Webradio Virgin Radio Classic Rock
 
Virgin Radio On-Air
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Radio Rock Party
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 

Remembering Joe Strummer

Era il 22 dicembre del 2002 quando uno dei più grandi rocker della storia lasciandoci tutti più soli...

All'età di 50 anni John Graham Mellor, meglio conosciuto come Joe Strummer, moriva improvvisamente di una malformazione al cuore mai diagnosticata. Sette anni dopo, la sua eredità e la sua memoria sono ancora vive, calde, luminose come i falò della cartolina natalizia che Joe disegnò pochi giorni prima di morire e che proprio in questi giorni sarà messa all'asta. Provate a parlare di lui alle persone che lo hanno conosciuto (e sono tantissime: Joe raramente si negava ai suoi fan) e vedrete molti occhi inumidirsi nel ricordarlo.

John Mellor nasce ad Ankara, in Turchia. Il padre è un diplomatico inglese: la famiglia viaggia moltissimo e John e il fratello David passano la prima infanzia in giro per il mondo per poi venire 'parcheggiati' presso un collegio privato. Da qui in poi John e David vedranno la famiglia sempre meno, fino a che poco dopo il suicidio del fratello, John praticamente smetterà di vederla del tutto fino quasi a negare completamente le sue origini borghesi durante gli anni del punk.
  • Joe Strummer - foto Dave Maud
    E' il 1973 quando fonda la sua prima band, i Vultures: John si fa chiamare Woody (come Woody Guthrie) è un hippie, ma ama il rock'n'roll. E' uno squatter e vive in case occupate, lo farà per molti anni a venire: sarà l'ultimo dei Clash a comprare casa. Proprio in una di queste, al 101 Walterton Road nascono i 101ers. Siamo nel 1975: scompare Woody, nasce Joe Strummer.

    Una sera di aprile del 1976 una sconosciuta band apre il concerto degli allora ben più famosi 101ers. Il nome della band è Sex Pistols. Joe resta folgorato: i 101ers hanno i giorni contati. Non passa infatti molto tempo prima che Joe venga contattato da Mick Jones e Paul Simonon. Il resto è storia.

    Dieci anni dopo il sogno si trasforma in incubo, i Clash vanno in frantumi.
    Quelli dall'86 al '99 saranno i suoi 'anni selvaggi', passati registrando dischi mediocri e recitando in film ancora meno brillanti, cercando di ricomporre un puzzle di sé stesso andato in pezzi con i Clash.


Proprio al tramonto degli anni 90, Joe sembra finalmente aver fatto la pace con sé stesso, con i suoi fantasmi, con la sua famiglia. La musica ce lo racconta: una nuova band, i Mescaleros (che l'anno prossimo gireranno il mondo in un tour celebrativo) con cui suonare una musica liberata, svincolata dai generi, nuovamente ispirata.
E quando ci stavamo in realtà appena accorgendo che Joe era tornato (sebbene nessuno lo avesse mai dimenticato) quando ci si stava appena rendendo conto di quanto ci fosse mancato… ecco che se ne va!
Materiale da leggenda, direte. A dire il vero no: è vita! Banale, contraddittoria, sorprendente, stupida, geniale, coraggiosa. E Joe era e resterà uno splendido esempio di tutto questo.

Jacopo Ghioldi

Lascia un tuo pensiero sul forum

Virgin Radio Consiglia

Motorshow: il video con l'intervista ai Daboot
 
Rolling stones
 
Placebo parte 1
 

Seguici su Facebook