Virgin Radio Italy

WEBRADIO

Virgin Radio Xmas
 
Webradio Virgin Radio Classic Rock
 
webradio Music Star Vasco
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Radio Hard Rock
 
Virgin Radio On-Air
 
Virgin Rock Hits
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
webradio Radio Bau
 
Webradio Virgin Radio Rock '80
 
webradio Music Star Ligabue
 
Webradio Music Star Coldplay
 
Virgin Radio Rock Party
 

Billie Joe Armstrong si confessa

Il cantante dei Green Day racconta l’inizio della sua dipendenza da farmaci e alcol

Billie Joe Armstrong si confessa
Schermata 2013-04-10 a 11.52.54 È stato dimesso dalla clinica in cui aveva deciso di farsi ricoverare per abuso di alcol e farmaci, dopo essere crollato davanti al pubblico durante il concerto di Las Vegas del 21 settembre scorso. Ha ripreso il tour con la band. E adesso Billie Joe Armstrong, frontman dei Green Day, ha anche deciso di confessare il suo passato turbolento e la sua dipendenza dalle droghe in una lunga intervista-verità al magazine americano Rolling Stone. Interrogato dal giornalista autore del servizio, David Fricke, se nella sua famiglia ci fossero storie di alcolismo, vorrebbe tacere e ammette solo di essere cresciuto «in una casa ricca di amore e caos. Mi ricordo di aver visto tanto alcol, sapevo che c’era, ma a un certo punto ho smesso di pensarci». Un vero spaccato di adolescenza punk-rock è invece il ricordo del primo gruppo da teenager: «Vivevamo con una band chiamata East Bay Weed Company, quindi c’erano tanta birra e droga da fumare». Un nome un programma: weed infatti in slang indica la marijuana. «C’era tanto nichilismo intorno a noi. Ragazzi sbandati, gente che si sentiva fuori casta, questo era il nostro ambiente» continua il cantante «Comportamenti come la scarificazione, i tatuaggi aggressivi, le sbornie, l’uso di metanfetamina… nessuno pensava che dessero dipendenza. Tutti quelli che conoscevamo facevano così. E anche noi. Andavano a una festa in casa di qualcuno dove stava suonando una band. Qualcuno aveva lo speed e noi lo prendevamo. Poi andavo a casa e iniziavo a scrivere canzoni». L’intervista va a fondo, racconta dei periodi creativi dell’artista e delle sue paure, del legame con i compagni di band e del rapporto con la moglie Adrienne. E anche dei giorni di ricovero in clinica, seguendo un regime di «meditazione attraverso la preghiera». Adesso i giorni bui sembrano passati, i Green Day (con Billie Joe) sono tornati sul palco già dal 15 marzo, ad Austin in Texas, per il celebre South by Southwest Festival e stanno proseguendo il tour che li porterà in Italia il 24 maggio a Milano, il 25 maggio a Trieste, il 5 giugno a Roma e il 6 giugno a Bologna. E, nel 2014, l’appuntamento è con due anniversari fondamentali per la storia dei Green Day: il ventennale di “Dookie” e il decennale di “American Idiot”. C’è da giurare che Billie Joe vorrà arrivare a festeggiare queste date in gran forma.

Virgin Radio Consiglia

Motorshow: il video con l'intervista ai Daboot
 
Rolling stones
 
Placebo parte 1
 

Seguici su Facebook