Virgin Radio Italy

WEBRADIO

Virgin Radio Rock Party
 
Webradio Virgin Radio Rock '80
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Virgin Radio On-Air
 
Virgin Rock Hits
 
Webradio Music Star Coldplay
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Radio Hard Rock
 
Webradio Virgin Radio Classic Rock
 
webradio Music Star Ligabue
 
Virgin Radio Xmas
 
webradio Music Star Vasco
 
webradio Radio Bau
 

Pink Floyd: in arrivo un nuovo documentario

Adrian Maben, già regista di Live at Pompeii, racconta il suo nuovo lavoro

Pink Floyd: in arrivo un nuovo documentario
Pink Floyd È in arrivo un nuovo documentario sui Pink Floyd: 52 minuti in bianco e nero filmati allo studio Europa-Sonor di Parigi nel 1971., uno spaccato della vita “familiare” della band, riunita a mangiare ostriche e a bere fiumi di birra che uno dei roadie del gruppo aveva acquistato in una brasserie della capitale francese. E' questo il succo di Chit Chat with the Oysters, un documentario che è stato presentato a Borgaro Torinese dal regista Adrian Maben, che aveva già realizzato il leggendario “Live at Pompeii”. Il documentario riprende i Pink Floyd in un'atmosfera molto informale mentre ridono, scherzano e soprattutto rispondono alla loro maniera, elusiva ed inconcludente, alle domande del regista Adrian Maben. Nella stessa occasione il regista ha anche presentato una versione parzialmente restaurata dello storico film realizzato a Pompei. “Quei due film viaggiano insieme – ha dichiarato Maben – sono complementari. ‘Chit Chat’ è l'esatto contrario di ‘Live at Pompeii’, ma mi piacerebbe che venissero proiettati insieme, uno dopo l'altro. Il documentario ha quella parte naturale ed improvvisata che nel film forse mancava completamente. I Pink Floyd qui parlano a ruota libera, discutono tra loro, si prendono in giro. Per quanto ne so non esistono al mondo altri filmati che li mostrano così rilassati, spontanei e divertenti. Nel corso del film ognuno dei quattro membri della band – Roger Waters, David Gilmour, Richard Wright e Nick Mason - emerge con la sua personalità ben distinta. Forse quello più elusivo è Waters, che cercavo di far arrabbiare con domande banali e scontate. Credo che le cose che emergano maggiormente sono il senso dell'umorismo e l'affetto che esisteva tra i Pink Floyd”.

Virgin Radio Consiglia

Motorshow: il video con l'intervista ai Daboot
 
Rolling stones
 
Placebo parte 1
 

Seguici su Facebook