Virgin Radio Italy

WEBRADIO

Webradio Virgin Radio Classic Rock
 
webradio Music Star Vasco
 
Webradio Music Star Coldplay
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
webradio Music Star Ligabue
 
Virgin Rock Hits
 
Webradio Virgin Radio Rock '80
 
Virgin Radio Rock Party
 
webradio Radio Bau
 
Virgin Radio Xmas
 
Virgin Radio On-Air
 
Virgin Radio Hard Rock
 

System of a Down: sempre più lontano il ritorno in studio

Non si placano le tensioni all’interno dei System of a Down. Accuse a Serj Tankian

System of a Down: sempre più lontano il ritorno in studio
Non sembrano diradarsi le nubi sul futuro dei System of a Down. La band alt-metal più talentuosa degli ultimi anni continua a far soffrire i propri fan con la latitanza dalla scene. Una situazione paradossale, anche perché il gruppo sembra in grado di fare notizia solo per le polemiche interne, mentre il pubblico attende di riascoltare quelle sonorità che tanto avevano colpito anche la critica negli ultimi anni. Gli album più recenti dei System of a Down risalgono addirittura al 2005 (Mesmerize e Hypnotize), poi solo silenzio da allora. Quasi un decennio di oscuramento, in cui il gruppo di origine armena ha provato a riallacciare il rapporto con il pubblico con una reunion nel 2010, una serie di concerti che ha fatto sperare i più, ma che non è poi sfociata in un ritorno in studio. Insomma, c’è ben poco da essere ottimisti, come dimostrano anche le ultime dichiarazioni al veleno del batterista John Dolmayan, che oggi ha sparato ad alzo zero sul gruppo. Intervistato dal magazine Loudwire, il Dolmayan ha avuto parole poco lusinghiere per la band, ma è facile intuire che il bersaglio vero fosse il vocalist Serj Tankian,  da lui accusato già in passato di remare contro i System of a Down: “Non sono affatto contento dello stato del gruppo - ha detto Dolmayan -. Credo sia da troppo tempo che non facciamo un disco, e la cosa peggiore è che questa cosa sia accolta con l'atteggiamento del ‘va tutto bene’. Invece non va affatto bene. Credo che questo gruppo abbia ancora molti assi nella manica. Per quel che mi riguarda non ne faccio una questione di ego. Non scrivo canzoni, quindi non ho la preoccupazione di chi sarà a scriverle. Tutto quello che posso dire è che sono pronto. Datemi una tela, in modo che possa dipingerla”. Infine Dolmayan ha lanciato una battuta al veleno che farà discutere. “Siamo gente diversa, e l'ultima volta che siamo stati insieme in uno studio è stata nel 2005. Vi rendete conto? Il 2005. Nove anni fa. Stiamo diventando come gli Eagles, che ci mettono 15 anni per fare un disco nuovo”. Si attende ora la replica di Tankian e, magari, degli stessi Eagles.

Virgin Radio Consiglia

Motorshow: il video con l'intervista ai Daboot
 
Rolling stones
 
Placebo parte 1
 

Seguici su Facebook