Virgin Radio Italy

WEBRADIO

Virgin Radio Rock Party
 
Webradio Virgin Radio Rock '80
 
Virgin Radio On-Air
 
Webradio Virgin Radio Classic Rock
 
Virgin Radio Hard Rock
 
webradio Radio Bau
 
webradio Music Star Vasco
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
webradio Music Star Ligabue
 
Virgin Rock Hits
 
Webradio Music Star Coldplay
 

Sex Pistols: John Lydon si sente responsabile per la fine di Sid Vicious

Il cantante ha rivelato di sentirsi in colpa per la fine del bassista

Sex Pistols: John Lydon si sente responsabile per la fine di Sid Vicious
John Lydon, ex leader dei Sex Pistols, ha rivelato di sentirsi almeno parzialmente responsabile della morte di Sid Vicious. Il bassista della band punk è morto per un'overdose di eroina nel 1979 e Lydon rivela di sentirsi responsabile per il fatto di aver portato Sid nella band, esponendolo allo stile di vita che in quel momento viveva il gruppo. Nel corso di un'intervista con il Gloucestershire Echo, il cantante noto anche come Johnny Rotten ha rivelato: “Credo che non avesse nessuna possibilità di sopravvivere. Sua madre era dipendente dall'eroina. Sono molto dispiaciuto di averlo portato all'interno della band, perché penso che non avesse i mezzi per far fronte a quello che dovevamo affrontare. Devo ammettere di sentirmi un po' responsabile per la sua morte. Ecco, ti ho confessato alcuni dei miei demoni”. In questo momento Lydon sta promuovendo la sua autobiografia Anger is my energy: My life uncensored che secondo il cantante racconta “l'infanzia e la storia di Johnny Rotten ma non quello che ha inventato Malcom McLaren”. Lydon racconta anche la nascita del nome “Rotten” nato ai tempi della scuola a causa dei suoi denti: “Non ho mai usato uno spazzolino da denti quanto ero piccolo e quindi i miei denti e le mie gengive erano praticamente distrutte, al punto che mi facevano male da morire. Ho speso una fortuna per la chirurgia ricostruttiva”.
SUM 41
 
VIRGIN WHITE LIES 14-11-2016 PARTE 1
 
VIRGIN LENNY 01-02-2017
 

Seguici su Facebook